mercoledì 7 maggio 2014

Recensione: Half Bad di Sally Green

Half Bad
Sally Green

Editore: Rizzoli
Pagine: 400
Prezzo: € 15,00

In una Londra contemporanea e alternativa dove la magia esiste, Incanti Bianchi e Neri combattono una guerra millenaria e spietata. Appartenere a un fronte definisce il proprio ruolo nel mondo, decreta i nemici, garantisce compagni e alleati. Nathan vive invece in una zonagrigia: figlio di una maga Bianca e dell'Oscuro più crudele mai esistito, è spaccato a metà, vessato dalla sorellastra con cui è cresciuto, controllato dal Concilio che non si fida di lui, perennemente in bilico tra le due facce della sua anima. Nathan in realtà è soltanto molto solo, e spaventato: intrappolato in una gabbia, ferito e in catene, deve fuggire prima del suo diciassettesimo compleanno, o morirà. E anche se non vuoi lasciarti andare, è difficile rimanere aggrappati alla metà Bianca quando non ti puoi fidare della tua famiglia, e della ragazza di cui ti sei innamorato, e forse nemmeno di te stesso.


Oggi mi ritrovo a scrivere una recensione che, per un motivo o per un altro, ho sempre rimandato. Non so perchè... Diciamo che ogni volta che devo fare delle considerazioni riguardo ad una lettura faccio fatica, sapendo sin dal principio che non riuscirei mai a descrivere un quadro completo e chiaro delle mie sensazioni. Ma stavolta è diverso, perchè egoisticamente ho voluto tenermi dentro quello che ho provato e sentito, quasi come se non volessi esternare e condividere con gli altri il mio pensiero. Ma adesso sono pronta quindi comincio riassumendovi un pò il mondo creato da Sally Green, un mondo magico dove la suddivisione tra Bene e Male è ben caratterizzata. Perchè ci sono gli incanti bianchi, i buoni, e gli incanti neri, i cattivi. Nathan però, a differenza delle sorelle e di suo fratello, è mezzo bianco -o mezzo nero, fate voi- perchè frutto di un' unione tra i due incanti. L'unico genitore ancora in vita però è proprio suo padre, l'incanto nero a cui tutti stanno dando la caccia. Nathan non sa niente di lui e nonostante sia a conoscenza del dolore che questo ha provocato alla gente non riesce ad odiarlo o a portargli rancore, ma anzi vorrebbe tanto incontrarlo, parlargli, chiedergli spiegazioni. Perchè nonostante sia anche mezzo bianco, in lui viene vista solo la sua parte mezza nera? Perchè i suoi occhi non hanno un luccichìo come gli altri e perchè deve sorbirsi le infamate da quelli che son nati da due genitori-incanti bianchi? E' mezzo nero, ma non è cattivo, e allora perchè tanta rabbia? Non è colpa sua se suo padre è quello che è. Ma lui per i suoi diciassette anni dovrà avere i suoi tre doni e trasformarsi così da semplice Crisalide a Incanto. Ma sarà un incanto bianco o nero?
Questo libro mi ha veramente colpita. Insomma, se devo essere sincera lo stile dell'autrice non ha niente di così straordinario. Mi spiego meglio dicendovi che è davvero brillante ma è scritto in una maniera non eccessiva, attuale, con un lessico semplice, di uso quotidiano, anche se spesso e volentieri la Green passa di palo in frasca. A dire il vero, l'autrice ha utilizzato una maniera di scrivere che solitamente ho sempre detestato, ossia: la frase e il punto, qualche parola e punto a capo, un' esclamazione, punto. In altre letture mi sono ritrovata così ad annoiarmi, non so, una specie di nausea e repulsione per questo stile. In Half Bad invece mi sono sorpresa, riuscivo a stare in ansia, mi coglieva quella paura che anche il protagonista stava avvertendo. Non riuscivo a pigliar fiato ed è così che sono arrivata in fondo al libro in pochi giorni. La storia poi, a parer mio, è originale e davvero ben strutturata. La Green mi ha completamente stupita ogni volta, ricreandomi tutt'attorno le ambientazioni, come la gabbia, e riuscivo a percepire il dolore di Nathan quando lo mettevano sotto sforzo, quando voleva incontrare Annalise nonostante i suoi fratelli, che invece non erano d'accordo. Certe volte ho provato così tanta tenerezza verso questo personaggio che non riuscivo, non volevo leggere ancora, per paura che gli capitasse dell'altro. Insomma ne aveva passate così tante... Credo che in questo libro ci sia tutto ciò che amo, e forse è proprio per questo motivo che inizialmente ho voluto tenerlo solo per me. Adesso però vorrei subito avere tra le mani il seguito perchè so già che sarà spettacolare e unico, una granata pronta a scoppiare praticamente. Allora se fossi in voi sfoglierei le pagine di questo libro vivendo un' avventura unica, fatta di amore, di vendetta, di potere. Una realtà fatta di bene e male.

L'Autrice

Sally Green vive in Inghilterra.
Dopo aver fatto molti lavori (pagati e non), finalmente ha trovato il tempo di scrivere le storie che prima riusciva solo ad immaginare. Le piace leggere e fare passeggiate in campagna, ma vorrebbe bere meno caffè.
Half Bad è il suo primo romanzo.
 Il primo volume della trilogia Half Life Trilogy. 




Bello, bello, bello! E voi lo avete letto?
Cosa ne pensate? 
Lo so, ultimamente sono stata assente, con questa recensione sono perdonata?

torno a leggere,
claudina.


22 commenti:

  1. Ciao Claudina :3
    io l'avevo iniziato però dato che stavo leggendo un bel po' di libri ho deciso di metterlo da parte e ritornarci in un secondo momento. Ho letto la prima parte, ma ad essere sincera non mi aveva colpita così tanto :\ continuerò la lettura comunque :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace che non ti avesse colpita all'inizio. Poi va beh io sono una persona che se l'inizio proprio non mi prende posso continuare un pò per vedere se migliora, ma se poi noto che non mi sta piacendo abbandono e inizio un'altra lettura. Per me sarebbe uno sforzo immane leggere qualcosa che non mi coinvolge...

      Elimina
  2. ciao claudina!
    a me ispira molto questo libro, ma non ho ancora avuto modo di leggerlo! sono alle prese con la saga della Clare e a breve leggerò Colpa delle Stelle! e so che tu sei una fan adorante di quel libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi Cerrie :) Io ti consiglio di iniziarlo quando puoi e vedere se fa per te o meno.... Oh...Colpa delle Stelle... tra poco vedrai cosa posterò quindi sono pronta a fangirlare a più non posso *_*
      Io della saga della Clare mi sono fermata a Città di Vetro e finiti un pò di arretrati voglio andare avanti!!

      Elimina
  3. Io sono ancora indecisa... devo leggere un po' di altre recensioni per poter decidere! :D

    RispondiElimina
  4. Si Claudina ti perdoniamo :D
    L'ho preso quasi ad occhi chiusi ma una volta iniziata la lettura l'ho tirata molto molto per le lunghe. Sono a fine lettura, penso di finirlo entro stasera e ancora sono un po' confusa... non so cosa pensare veramente. Mi è piaciuto lo stile "semplice" come hai detto anche tu e anche la storia in sé, ma d'altro lato l'ho trovato molto introduttivo... me confusa :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina :D
      Beh a me lo stile solitamente non fa impazzire ma stavolta non so, è stato diverso. Mi ha coinvolta e mi ha messo addosso un senso di ansia, nervosisimo, adrenalina....... Poi beh, è il primo volume di una trilogia quindi dovremo aspettare il seguito per scoprirne di più :)

      Elimina
  5. Ero partita completamente prevenuta verso questi libro...devo dire però che la recensione di Denise prima e la tua ora mi stanno facendo rimangiare la parola.
    Che dire, sono veramente curiosa di farmi una mia opinione a riguardo :)
    Intanto mi complimento per la recensione ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro per i complimenti!!! *-*
      Non so, se non sei decisissima prova a prenderlo in biblioteca o se hai un ereader potrei inviarti l'ebook. Poi se ti piace lo compri =)

      Elimina
  6. Quanto vorrei leggerlo! Sono così curiosa!! *---*
    Non faccio altro che trovarmelo davanti in libreria ed ogni volta mi mangio le mani perchè ho troppi arretrati D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, quanto ti capisco!! Va beh dai, non scappa quindi prenditi tutta la calma che ti ci vuole e poi finalmente lo inizierai... come si dice? L'attesa aumenta il desiderio? ahahaahah

      Elimina
  7. Aww sono contenta che sia piaciuto anche a te! *w* io ho adorato lo stile di questa scrittrice u.u e la storia poi, originale, unica! tanta tenerezza per Nathan *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ledaaaaaaaaaaa, oddio ma mi sono persa la tua recensione allora. Che bello che anche a te è piaciuto!! Sì, sì, andiamo a rincuorarlo insieme!! ahahahahah

      Elimina
  8. Mi devo decidere a comprarlo!! :)

    RispondiElimina
  9. *____________*
    Questo libro sta mettendo d'accordo tutti: ti ha conquistata nonostante quella caratteristica dello stile che non ti piace molto.
    Mi attira molto, molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In molti lo hanno paragonato ad Harry Potter ma io non ci ho trovato alcuna somiglianza a dire il vero :) Se lo comincerai sarò curiosa di sapere cosa ne pensi!!

      Elimina
  10. Nathan è così tenero che non si può non amarlo T__T
    Io solo a pensare a quanto tempo ci vorrà per il seguito vorrei spararmi T__T

    P.S. ma che figherrima l'immagine dove si copre :'D

    RispondiElimina
  11. Non vedo l'ora di leggerlo :D
    La tua recensione è bellissima! Ma adesso ho paura che le mie aspettative siano troppo alte :3

    RispondiElimina
  12. non l'ho letto, ma mi viene voglia!

    RispondiElimina
  13. Anche io sono stata stregata da Half Bad, che mi ha veramente colpita. Mi è piaciuta molto la trama, che ho trovato innovativa per un genere come l’urban fantasy. Lo stile della Green, per quanto odi, come dici tu, la frase e il punto, l’ho trovato azzeccato alla situazione, nel senso che non era fastidioso, ma mi ha aiutato a immedesimarmi ancora di più. Comunque le tue recensioni mi piacciono molto!

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio e condividete con me le vostre opinioni :3