martedì 10 febbraio 2015

Teaser Tuesday: Magisterium, L'anno di ferro di Cassandra Clare


Questa rubrica si chiama TEASER TUESDAY. E' molto conosciuta e il blog che l'ha ideata si chiama Should Be Reading. Questa rubrica consiste nel condividere un breve spezzone del libro che attualmente sto leggendo.

Ciao gente, cosa mi raccontate? Io sono stata a pranzo fuori e ho portato un armadio a casa di mio fratello. Oltre a farmi i muscoli poco c'è mancato che mi schiacciassi un dito (veramente mi si è schiacciato ma non si è rotto niente), comunque che importa, avrei sempre avuto le altre 9 dita quindi..... Va beh va beh, la tiro sempre per le lunghe io... Ah, a quei pochi a cui interessasse saperlo, ho finito La rivelazione di James Dashner e devo ammettere che è il libro della saga che mi è piaciuto di meno. A volte mi è parso troppo frettoloso, a volte faticavo a stare dietro a quella messinscena che l'autore aveva piazzato come sfondo ma, come si dice, mi sono accontentata. Adesso però è il momento di mostrarvi un piccolo estratto dal romanzo che ho attualmente in lettura quindi mi conviene darmi una mossa:

Prendi il libro che stai leggendo e aprilo in una pagina a caso
Condividi un breve passo di quella pagina
Riporta titolo e autore
Attenzione!!Non fare Spoiler!!

Magisterium - L'anno di Ferro
Cassandra Clare
Mondadori "Chrysalide" - 319 pagine - € 17,00

"I maghi possono leggere i tuoi pensieri solo se tu li stai proiettando" fu la risposta. Magister Rufus annuì. "E secondo te che cosa significa "proiettare", Aaron?" "Tipo pensare molto intensamente?" rispose Aaron dopo un attimo. "Sì" disse Magister Rufus. "Quindi, per favore, pensate molto intensamente." Call tentò di concentrarsi sui suoi cibi preferiti, ma continuava a farsi distrarre da altre cose, cose ridicole come un pasticcio dentro una torta. O trentasette plum-cake disposti a piramide. Quando Magister Rufus alzò le mani, Call dimenticò quei pensieri. Il primo panino cominciò ad allargarsi, le onde di mortadella si appianarono, le spire presero a crescere nel piatto. E si levarono in aria profumi deliziosi. Aaron si chinò. Era affamato anche se sul bus si era ingozzato di patatine. La sua mortadella si modellò a forma di piatto, ciotola e caraffa: la ciotola era piena di pasta al formaggio ricoperta di pangrattato, fumante come se fosse appena uscita dal forno; sul piatto apparve un brownie con il gelato e la caraffa si riempì di un liquido color ambra che a Call parve succo di mela. "Oh" disse Aaron, esterrefatto "E' proprio quello che mi ero immaginato. Ma è reale?" Magister Rufus annuì. "Reale come il panino imbottito. Forse ricorderete il Quarto Principio Magico: Puoi cambiare la forma di una cosa, ma non la sua natura essenziale. E poichè io non ho alterato la natura del cibo, il panino si è trasformato. Ora tocca a te, Tamara" Call si chiese se allora la pasta al forno di Aaron sapesse di mortadella. Comunque, era evidente che Call non era il solo a non ricordare i principi della magia.



Molto bene, chi ha letto questo libro è pregato di farsi avanti!!!
E chi deve leggerlo è pregato di farsi indietro! No dai scherzo, cosa ne pensate?
A me per adesso sta incuriosendo un sacchissimo quindi non vedo l'ora di continuare la lettura...
E voi invece, quale libro state leggendo attualmente? 

claudina.

4 commenti:

  1. Ciao Claudia <3
    Ho letto e recensito questo libro un po' di tempo fa...non riesco a capire se mi sia piaciuto o no!Discreto..

    RispondiElimina
  2. Mi piace il passo che hai riportato! :) Anche se il libro non l'ho ancora letto.
    Io sto leggendo al momento Zombie allo specchio della Showalter ^^

    RispondiElimina
  3. Devo assolutamente leggerlo!!

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio e condividete con me le vostre opinioni :3